Come deve sopravvivere un freelance ai mesi di ferie?

Diciamoci la verità, tra luglio ed agosto sembra che l’Italia si fermi: nessuno ha più voglia di pensare alla pubblicità, nessuno ha più voglia di investire e la maggior parte delle attività rimanda tutto a settembre.
E noi? Come deve sopravvivere un freelance ai mesi di ferie?

Oggi non scriverò nulla perchè vorrei che fossi tu a scrivere.
Vorrei raccogliere un elenco di espedienti che possano aiutare noi freelance (noti per non avere le ferie retribuite) a superare questo periodo di stallo.

Rispondi nei commenti qui sotto e… buone ferie!

Condividi questo articolo

Condividi su whatsapp
Condividi su facebook
Condividi su email
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print

4 risposte

  1. come sopravvivere ad agosto … beh sì tira avanti, sperando di aver messo qualcosa da parte nei mesi precedenti … la cosa positiva è solo questa: faccio le vacanze QUANDO VOGLIO! 😉

    1. Effettivamente questo è il motivo per cui amo essere freelance nonostante tutto. Proprio perché se volessi potrei andare in vacanza quando mi pare. Poi non lo faccio e resto a lavoro fino alle 22:30 ma è una scelta anche questa.

  2. °_° … io e marito lavoriamo d’estate, d’inverno invece potremmo
    guardare la luna di notte…e il sole di giorno (se non ci sono nubi).
    Investiamo
    i periodi “morti” in nuove risorse: con un’esperienza nuova, con un
    corso di aggiornamento, con un libro che possa tenerci allenati la mente
    per ingegno e creatività. Aggiorniamo depliant dimostrativi, rinnoviamo
    le grafiche ai siti e pagine/profili facebook/pinterest… riprendiamo i
    contatti con il mondo esterno in maniera più frequente e cerchiamo
    novità, rivisitandole, personalizzandole a 360 o prendendone spunto per
    crearne ancora ^__^ … l’importante è non fermarsi, MAI! 🙂

    1. Hai proprio ragione Paola! Mai fermarsi e rimanere sempre aggiornati. Studiare, studiare, studiare: questà è la mia, anzi la nostra, ricetta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *